Nuova Scott Addict RC 2020 TEST

Nuova Scott Addict RC 2020 TEST

[VidSitePro id=72 ]ciao a tutti siamo ai civici e in svizzera nel quartier generale di scott e siamo appena tornati dal secondo giorno di test sulla nuova scott all’inter rc rischi oggi abbiamo fatto in giro impegnativo con 1.400 metri di dislivello e prima di andare a parlare dei dettagli tecnici della bce delle unità che sono molteplici rispetto al modello precedente voglio darvi le impressioni a caldo la cosa che mi ha sorpreso di più le cose che mi hanno sorpreso rifiuti questa dice sono sicuramente la guidabilità e la maneggevolezza un avantreno estremamente agile che si utilizza davvero bene nelle discese tecniche dove ci sono curve tortuose altra caratteristica molto interessante è sicuramente la comunità considerando che si tratta di una bici pensata e progettata per ottenere le massime performance comunità che si ottiene grazie ad alcune soluzioni relative al telaio che poi li andrò a mostrare e grazie alla possibilità di montare gomme confezione molto ampia che abbiamo un 28 mm che sono qui come ti ascoli seri con la bici ma si possono montare come 5 a 30 in questo caso tubless ora prima di approfondire voglio anche farvi vedere voglio farmi sentire cosa c’è dietro ieri simon gates che ha pedalato con noi di questa bici ha avuto modo di provarla due o tre volte prima del lancio ufficiale e quindi sentite quello che ha da dirci simon what do you think of this bike which are they made in naples bene come vedete la linea della bce piuttosto diversa rispetto alla precedente tuttavia ci sono alcuni elementi che caratterizzano da sempre marchio scott come ad esempio il tubo obliquo molto massiccio i foderi hunting della della forcella che onestamente mi ricordano per certi versi alcuni modelli di annick del passato con questo nuovo progetto a scott voleva raggiungere con un obiettivo quello di riuscire a realizzare una bici che forse più aerodinamica è più rigida lateralmente rispetto al modello precedente ma allo stesso tempo anche più leggera e più come una cosa non facile ovviamente da riuscire ad ottenere perché si tratta di caratteristiche spesso in contrapposizione fra loro andiamo a vedere quindi quali sono le soluzioni tecniche utilizzate dal marchio svizzero per cercare di raggiungere questo obiettivo partiamo dalla aerodinamica una caratteristica ormai sempre più ricercata anche su quelle che sono bici non prettamente aero la prima cosa che si nota è il cablaggio completamente interno dei cavi che è possibile grazie al nuovo manubrio integrato in carbonio ma in realtà qui in carbonio creston icy un mare un attacco che pesano meno di 300 grammi e che è stato sviluppato e progettato proprio intorno alla nuova bici per ottenere un passaggio un cablaggio dei cavi più fluido quindi con meno problematica anche in fase di digestione di manutenzione e allo stesso tempo per non far perdere rigidità all’ostello della forcelle a tutta la zona anteriore della forcella importante sottolineare che il passaggio interno dei casi si può ottenere anche con un sistema di manubrio attacco semi integrato quindi con un manubrio in alluminio che permette ovviamente più facile manutenzione anche la possibilità di cambiare con più facilità le misure a disposizione le misure necessarie rimanendo sull’aerodinamica gli facciamo notare la revisione di tutti e tutte le forme di dei tubi a partire dalla forcella nei foderi della forcella che ovviamente sono quelli che per primi impattano sul collare ha quindi con un impatto frontale ma anche di tutti gli altri due che hanno un impatto con collare ha quindi tubo obliquo tubo piantone e raggi cella e foglie realtivi al carro che sono stati rivisti hanno oggi una forma squadrata quindi più aerodinamica andiamo poi a parlare di rigidità scott ha cercato di realizzare una bici che forse rigida nel suo insieme lateralmente quindi sia nella zona anteriore sia nella zona del movimento centrale del carro posteriore nella zona della serie stessa dello sterzo come abbiamo già detto parte della rigidità di deriva dal nuovo cockpit integrato in carbonio ma c’è da sottolineare anche l’utilizzo di due cuscinetti per la forcella da un pollice per la serie sterzo da un pollice e mezzo praticamente contribuiscono irrigidire l’intero avantreno e quindi a renderlo più preciso per quanto riguarda il movimento centrale allora la prima cosa sono state utilizzate delle nuove fibre ultra high mode che accrescono la rigidità dell’insieme allo stesso tempo non è stato rivisto il modo in cui sono si integrano tra loro la scatola del movimento centrale che è molto massiccia con il tubo piantone il tuo pubblico e i foderi bassi del carro questa revisione secondo scott contribuisce a migliorare la rigidità del 14,5 per cento chiaramente non siamo in grado di dare questa valutazione ma la percezione che soprattutto in salita soprattutto quando ci si alza sui pedali la bici sia effettivamente molto reattiva quindi molto rigida lateralmente passiamo poi a parlare del confort che alcune delle caratteristiche mi ha colpito maggiormente su questa bici tra le soluzioni utilizzate la con quella più evidente che ormai abbastanza standard anche su altri dellai e l’utilizzo di un carro posteriore con foderi alti che si innestano più in basso sul sul tubo piantone che quindi permettono una maggiore flessione del turbo stesso allo stesso tempo l’utilizzo di un tubo piantone e di un tubo cella con una forma a di quindi permettono di assorbire meglio le rivelazioni ma c’è anche un nuovo lay up del carbonio sul carro posteriore che in parte ha mutuato dalla scott folle che permette di assorbire meglio le vibrazioni piene di avere una maggiore flessibilità a questo ovviamente si deve aggiungere la possibilità di montare gomme dalla sezione ampia come vi abbiamo già detto vedete qui delle le gomme utilizzate oggi delle to black un prototipo schwalbe c’è da fare una considerazione sotto questo punto di vista che utilizzando come più ampie di sezione più ampia e quindi con una maggiore quantità di aria lavici sta più sollevata terra rispetto al passato e questo ovviamente richiede una revisione delle geometrie per provare i bilanciamenti giusti dei nei pesi per questo motivo scotto e andate a rivedere la struttura della bici allungando i foderi della forcella accorciando il tubo di sterzo e abbassando il movimento centrale in modo da trovare l’equilibrio giusto anche in termini di guidabilità infine parliamo della leggerezza una caratteristica cui tutti voi siete molto interessati a cui scott ha attribuito grande importanza grandi attenzioni in primo luogo rivedendo il modo in cui è realizzato il il telaio che oggi ha concorso da sole tre parti cioè la parte resta del carro posteriore la parte sinistra e il triangolo principali questo significa diminuire il numero di funzioni necessarie per strutturare il telaio di conseguenza diminuire la quantità di materiale necessarie e perciò anche il peso poi è stata posta grande attenzione ai piccoli dettagli dove era possibile risparmiare qualche grammo vi faccio notare tra questi la zona del del tubo sella con un nuovo collarino che pesa solo 12 grammi il tubo sella stesso che è stato decisamente alleggerito e poi altre piccoli dettagli come l’attacco diretto della pinza blackman ovviamente sulla forcella che è predisposta per un disco da 160 mm e che vedete presenta due feriti nascoste non so se riuscite a vederla e da un piastrino magnetico estremamente leggera mi è stato possibile ridurre qualche grammo tutto questo porta a fare un telaio dal peso di 850 grammi non conosciamo ancora il peso ufficiale della bici così allestita nella versione ultimate quindi con il cambio dramma rende it up access e protesi per 2 0 2 gli scotti hanno parlato di un peso inferiore ai sette chili o comunque molto vicino ai sette chili in ogni caso l’insieme di telaio e forcella ma in realtà qui integrato il reggisella e 100 grammi più leggero rispetto alla versione precedente nel con il carbonio hmx quindi quello più pregiato addirittura a cessare la differenza a 160 grammi nel caso della versione sl quindi quella più leggera in questo video che io ho dato alcune delle caratteristiche principali delle novità principali della nuova a di trc disk cosa importante la bici sarà disponibile solo per freno a disco non ci sarà più la versione per fare non tradizionali tuttavia ci sono ancora molti elementi che meritano di essere approfonditi anche il merito al nuovo attacco ma in un più integrato creston anci quindi vi invito a leggere l’articolo che trovate linkato qui in basso dove troverete anche disponibilità e prezzi a questo punto io da cvc e vi saluto e come sempre vi invito a continuare a seguirci perché nei prossimi giorni ci saranno ancora parecchie novità perciò alla prossima e un saluto a tutti.

No Comments

Post A Comment